lunedì 4 maggio 2015

[Running] 16 green Europe Marathon - La Bavisela

0 commenti
... ultima gara prima del passatore per testare le gambe ancora una volta sui 42Km della regina
... 42Km che alla fine sono diventati quasi 50 visto il lungo riscaldamento precedente
... un 42Km corso a 8 giorno dalla prima 50Km che all'apparenza non ha lasciato nessun solco nelle gambe

... una Maratona che volevo correre più di molte altre
... una Maratona che 5 anni fa mi aveva segnato
... la non voglia nei giorni precedenti per timori del cambio di tracciato visto che io volevo sistemare le cose col percorso originale
... il traguardo nella stupenda piazza senza la passerella d'onore a ferro di cavallo mi ha lasciato un filo di delusione

... il traguardo numero 20 da Maratoneta che alla fine è solo un numero perché ho avuto traguardi che ricordo con più emozioni

... che dire di specifico sulla gara?
Nonostante il mio essere prevenuto sul tracciato cambiato in netta discesa e delle salite nel mezzo posso dire che mi sono divertito parecchio. Un percorso che scorre via rapidamente e si apprezza parecchio. Non l'ho considerata "una Maratona" (= con tutto il rispetto parlando) ma un collinare vista la non semplicità della corsa. Durante il tracciato ho rivisto vecchi amici e conosciuti altri e devo dire che sono soddisfatto. Sono successi parecchi episodi durante la corsa - dalle soste per campi più o meno prolungate alla crisi di caldo sul finale fermando la volata al 40° per bere come un dromedario al ristoro - ma quello che mi ha fatto riflettere è stato nella progressione finale. Lancio il tutto a pieno ritmo a 4km dalla fine e non capisco il perché le gambe non vanno come solito. Poi mi ricordo di avere allungato col riscaldamento e di essere avanti. Si spiegano molte cose! 
... ora non mi resta che stare buono sino a fine mese per il Passatore!
... il resto su questa corsa, su questo week-end è ancora da rielaborare
... tre giorni bellissimi in compagnia di amici con la "scusante" di dovere fare una gara la domenica
... il primo messaggio a caldo post gara è stato il seguente
 per la seconda volta la Regina di Trieste mi ha accolto a braccia alzate nella sua bellissima piazza! Una gara diversa dal solito dove i muscoli hanno fatto la differenza! Che dire? Oggi ero motivato ad arrivare bene e così è stato
... e con questo ho chiuso un bel mese intenso e devo dire che sono veramente soddisfatto di tutto quello che è successo :)


... alla prossima :)

sabato 25 aprile 2015

[Running] 50Km di Romagna

0 commenti
... la seconda gara del trittico di romagna è finalmente arrivata
... purtroppo è anche finita come esperienza concludendola come da progrsamma
... è stata la mia prima 50Km su asfalto e devo dire che le sensazioni sulla mia preparazione si sono confermate tutte quante al meglio

Dopo questa breve introduzione posso dire che non dirò molto su questa gara. E' stata troppo " intima / personale " dal 30km in avanti  a seguito di un seguirsi di pensieri che mi hanno trasportato via facendomi compagnia nei 20km restanti.

Quello che riesco dire è "pochissimo o nulla" rispetto a tutto quello che potrei dire, ma proviamoci.

La 50Km di Romagna - a mio avviso - ha due metà: la prima lunga 35km e la seconda copre i restanti. Questo non centra con quanto è successo nei miei pensieri. Centra con la tipologia del tracciato.

I 5km di salita "centrale" sono spostati rispetto alla metà del percorso e cominciano proprio al 25km e sino al 30. Perché non è ancora finita la prima metà al 30? Perché la discesa è da gestire molto meglio della salita per salvare le gambe. Una volta giunti al 35 comincerà un lungo tratto vallonato che potrebbe dare un conto salato alle proprie gambe. Diciamo che poi dal 45 - se tutto è andato bene - si può prendere a correre come si deve! Infatti l'ho fatto! Dopo una gara gestita piano sul finale stavo benissimo ed ho fatto andare le gambe capendo una cosa:
 
Non provare a togliermi l'asfalto da sotto i piedi, fammi provare ad andare a metterne altro!

Cosa penso in sintesi?
  • percorso duro / impegnativo? si, ma nulla di impossibile se non lo si sottovaluta
  • il tracciato? probabilmente il più bello che abbia mai corso
  • gara? OTTIMA! Non vedo l'ora di tornare a farla, magari provando a fare un ritmo più da gara!
  • ristori? tra quelli ufficiali e quelli abusivi ho perso il conto di quanti sono stati, ma la sola certezza

Un'ultima cosa - prima di mettermi a cenare con la pizza in arrivo - la voglio scrivere:

Un grazie di cuore a chi mi ha sostenuto in questo periodo, un grazie anche al fantastico Enrico che mi ha preparato come si deve soprattutto nell'ottica della 100km del passatore ... ma ... una dedica speciale di questa gara  a chi oggi mi ha "accompagnato" dal 30 al traguardo nei miei pensieri. Non dico altro, ma ci sarebbero molte altre cose da dire!


Ed ecco la traccia della gara di oggi



buona serata ... IO HO FAME!

giovedì 23 aprile 2015

Riflessioni da runner in un giovedì sera

2 commenti
... sono sdraiato sul letto col portatile sulle ginocchia e Spoty in cuffia
... sono rilassato
... sono spensierato
... non ho nella testa pensieri o altro
... Sabato mattina avrò la mia prima 50km (50Km di Romagna)

... sono tranquillo e non mi spaventa l'idea di farne 50
... i muscoli li sento bene
... mentalmente mi sento pronto
... il fisico nel complesso c'è e lo stanno dimostrando gli allenamenti dai risultati inaspettati

... come spiegarlo?
... sembra una "distanza normale" in questo momento
... li affronterò come "un lungo lento del week/end"
... so che dovrò affrontarla col massimo rispetto, ma al momento la vedo come "una mezza" in vista del passatore

... manca ancora poco più di un mese al mio debutto sui 100km
... sabato sarà una tappa veramente importante
... una di quelle giornate che spero di non dimenticare facilmente
... a volte bisogna correre dei rischi ed altre volte no
... sabato sarà tutta una scoperta

... adesso provo a dormire
... riposarsi è meglio!

[ So di essere "in ritardo" col post della Milano City Marathon, ma è quasi pronto e spero di pubblicarlo presto ]

mercoledì 8 aprile 2015

[Running] Maratona del Lamone e si diventa maggiorenni

0 commenti
L'obbiettivo dell'anno resta sempre la "100km del Passatore" e tra le tappe di avvicinamento si è presentata anche la "Maratona del Lamone" in quanto prima gara del Trittico di Romagna.  La strategia era semplice sulla carta farla piano! Nella realtà gestire per 42km un passo non proprio è stato più complicato, ma nulla di impossibile! E' stata una "due giorni" molto intensa e particolare. Ho avuto modo di trascorrerli con ottimi amici, conoscerne di nuovi e rivedere Enrico per ringraziarlo personalmente della preparazione in corso!

Veniamo alla gara? L'idea era di farla in 4h ed alla fine l'ho portata a casa in 3h58m quindi direi che ci siamo! Sono partito seguendo il pacer, poi tornato indietro a "prendere" degli amici ed ho corso con loro. Per questo motivo risultano 600m in più di corsa!   Dal punto di vista meteo una bella giornata di sole con un "leggero vento" (si parla di raffiche da 80km/h) tanto da farmi temere di tornare indietro  visto il mio peso e la poca resistenza nei suoi confronti. Personalmente mi sono divertito e mi è anche piaciuto il percorso. Sembrava di correre la domenica in allenamento. Dopo anni poi sono tornato a Bagnocavallo nella piazzetta dove ho concluso la mia prima ultra maratona. Strano, ma piacevole effetto tornando mentalmente a quel momento!



Nonostante la corsa fuori dai miei ritmi, posso dire che mi hanno lasciato parecchio dentro di me questi 42195 metri e non parlo solo sportivamente.  E poi? Vogliamo dirla tutta? Maratona numero 18: SONO UN MARATONETA MAGGIORENNE!  Ed ora? Settimana tranquilla in attesa di domenica a Milano per fare una seconda maratona a distanza ravvicinata. 

Posso dire che la prima del trittico di Romagna l'ho portata a casa! Ora mancano "solamente" le ultime due e non vedo l'ora di correre la 50Km di Romagna il 25 Aprile :)

Buone corse a tutti e per chi ci sarà ... domenica ci si vede a Milano :)


domenica 29 marzo 2015

[Running] Lungo lento interrotto

0 commenti
Il terzo mese di preparazione per la 100Km del passatore si è chiuso oggi. Devo dire che la scorsa settimana con un lungo da quasi 5h - 46Km ( vedi 2015.03.22 Run - Lungo (=lunghetto) collinare ) ero veramente soddisfatto. Oggi invece qualcosa è andato storto e l'umore non è dei migliori.




Ero partito con le migliori intenzioni per fare le mie 4h in programma, ma nulla da fare! Dopo quasi 2h ho cominciato a sentire difficoltà a stare sulle gambe e così ho deciso per la soluzione "drastica" di rientrare senza fare il super eroe della domenica mattina!

So che ieri ho chiesto parecchio alle mie gambe ed al mio fisico ed infatti un "solco" era rimasto dentro. Non è una scusa, ma è una probabile motivazione per oggi. Intanto il chilometraggio mensile ad oggi si aggira circa sui 340km a piedi ed ancora manca un allenamento credo in assoluto il mio massimo raggiunto.

Ha "vinto l'allenamento" ed io ho "alzato bandiera bianca" ... ormai è andata ... farò tesoro di questa esperienza per la prossima volta ... quale altra occasione per conoscersi meglio di quando le cose non vanno?

Al passatore manca sempre meno ed Aprile sarà un mese molto interessante da vivere e da valutare. Ora non mi resta che rilassarmi del tutto e cercare di riposare il più possibile.

ps1 -> quel cartello della salita al 30% non è stato bello da vedere

ps2 -> quando un signore anziano ti chiede "sei sicuro di volere saliire da qua?" invece di rispondere "si si ... perchè non dovrei?" comincia a riflettere ... perchè scoprire dopo come sale la strada e recitare più "preghiere" in quello strappo (attorno al km 10/11) che in tutta la tua intera vita  non è la soluzione in una giornata dove non senti apposto le gambe!

martedì 3 marzo 2015

[Running] Treviso Marathon 1.2

0 commenti
Premesse: La Treviso Marathon 1.2 è stata una Maratona totalmente diversa da quella che era in programma. Sotto la guida di Enrico Vedilei l'avevo preparata veramente bene ed ero pronto a tentare l'attacco al personale e di conseguenza il secondo "Under the Wall" della mia carriera podistica.

Purtroppo la settimana prima mi sono infortunato pesantemente e le premesse erano delle più nere: DOVERMI FERMARE! Uno stop che mi avrebbe fatto parecchio male, non tanto per saltare la gara domenica. Temevo di mandare a rane la preparazione del passatore.

Fortunatamente con le giuste terapie sono riuscito a riprendere a correre e farla a ritmo lento. Era la sola condizione che mi avevano "imposto" per darmi il benestare a farla.

 In ogni caso a Treviso sarei andato ugualmente perchè alla fine la Maratona non è solo corsa, ma anche l'occasione di trovarsi con amici e persone a cui tieni.

Non nego la "paura & timore" del venerdì e sabato (sopratutto la sera prima di andare a dormire) nel volerla correre. Per la prima volta la domenica mattina non mi sarei voluto alzare dal letto!
Gara: La strategia di gara è stata totalmente. Nelle poche corse fatte la scorsa settimana avevo trovato una zona comoda i 5.20/km dove il dolore non pesava più di tanto. A questo punto decido di prendere il pacer delle 3.45 e farmi un lungo in compagnia. Devo dire che l'idea è stata ottima e sino alla mezza sono stato in loro compagnia. Poi ho preso il largo da solo. Ho "forzato" il passo a 5/km sino al Km 35 e poi ho aperto una progressione controllata e non nego esagerata negli ultimi due chilometri.

Dopo due volte sul vecchio tracciato era la prima volta che correvo su questo e devo dire che merita davvero. Quasi un peccato non averlo onorato facendola a dovere,  ma sono contento. Il passaggio sul ponte della Priula è sempre suggestivo!

SplitTimemin/KmDeltamin/KmRealTime
Km 100:53:365,210:53:365,210:53:13
Km 21,0971:51:515,180:58:155,141:51:29
Km 302:36:185,120:44:274,592:35:55
Arrivo3:35:145,060:58:564,493:34:51


Con l'avvicinarsi del 42°km l'emozione saliva a dismisura. Lo scorso week-end ero fermo tra letto e divano per i dolori ed ora sono qua! Ultima curva ed ultimi sorpassi prima di vedere il tappeto rosso della passerella finale.

Sguardo basso in segno di rispetto, braccia al cielo per l'emozione, un senso di "non so spiegarmi come sia potuto succedere" e lacrime al volto perchè è successo. Taglio il traguardo e pochi passi dopo una ragazza mi mette la medaglia al collo.

Lealtà,rispetto & AMORE INCONDIZIONATO: Ecco perché mi ha lasciato lottare per Lei e farmi arrivare al suo cospetto!

Avevo appena concluso la mia Maratona numero 17 ( +3 ) e non riesco ancora a realizzare di averlo fatto! Questa Maratona mi è "costata tanto" in termini personali e non averla corsa per l'obbiettivo che mi ero prefissato mi lasciava parecchio amaro in bocca.

Ora che l'ho conclusa posso dire con tutta libertà che questo 3:34:51 vale molto di più del personale e secondo "Under The Wall" che tanto desideravo! Era parecchio tempo che non correvo una Maratona  ed in questa occasione ho capito quanto sia importante per me e quanto sia innamorato di lei! Per me la Maratona è la cura di tutti i mali ed indipendentemente da come viene vissuta la gara si cambia e si cresce.  Nel mio caso è stata inaspettatamente anche una "cura fisica" visto che non ho per niente dolori post corsa. Su questo tema faccio schifo perchè da anni dopo le gare non ho segnali di dolore muscolare.

Ed i complimenti anche al gruppeto di  sei amici tutti finisher e tutti maratoneti visto che ben 4 su 6 erano alla loro prima esperienza ^^



Ed alla fine - ma non per importanza - dedico questa Maratona ad Enrico che ha fatto un lavoro fantastico per "tirare fuori il  peggio di me " in corsa ed a chi mi ha rimesso in sesto la gamba rapidamente da permettermi di farla! GRAZIE DAVVERO!


Alla prossima :)
 

venerdì 6 febbraio 2015

Preparazione Passatore 2015 : Mese 1

0 commenti
Sembra ieri il cinque di gennaio quando ho cominciato la preparazione per il passatore sotto la guida di Enrico Vedilei  e devo dire che questo mese si sente intensamente. Non parlo tanto per i lavori specifici e/o la difficoltà e/o la fatica fatta. Parlo dei risultati che ho tirato fuori durante le prime quattro settimane. Non parlo di risultati intesi come cronometri in gara. Parlo di risultati come  risposta delle gambe e del mio organismo a certi lavori specifici.

Il "test" l'ho avuto domenica quando ho fatto un 3h di collinare sul "Colle Pasta" con soddisfazioni immense.


Dopo anni di SFR in bici da corsa oggi il Colle Pasta torna a regalare emozioni affrontando le sue 5 salite a piedi! CHE SPETTACOLO DI GIORNATA ED ALLENAMENTO! Nulla da dire su questo allenamento, perchè non ho trovato "grosse difficoltà" a parte la salita del 25°km che si è sentita nelle gambe. Fortunatamente da lì - una volta raggiunta la cima -  era tutta discesa sino alla macchina e di conseguenza pizza gigante!

Il mio primo pensiero a fine di questo allenamento? Semplicemente il seguente

... allenamento degno di nota: 3h volate nonostante la fatica! Un GRAZIE ad Enrico che in un mese mi ha portato a questo livello!

Un altro allenamento veramente bello di questo mese è stata la ciaspolata a spiazzi di Gromo con tanto di foto annesse


Link album Fotografico : 2015-01-24 Ciaspolata Spiazzi di Gromo

venerdì 16 gennaio 2015

Obiettivo 2015 - La 100km del Passatore!

0 commenti
Erano anni che sognavo questa gara. L'idea di correre da Firenze a Faenza vivendo il pomeriggio, la notte e chissà quando l'arrivo attraverso 100km di intense emozioni. Mi sentirò pronto? Ovvimanete non mi sono mai sentito all'altezza e così ho sempre rimandato.

Poi arriva Dicembre 2014 quando per diversi motivi ti trovi da un tuo amico e cominci a parlarne con lui fissando i suoi diplomi appesi al muro. Più li fissavo più il tarlo entrava nella testa.

Avevo corso la Maratona di Reggio Emilia pochi giorni prima ed ancora non l'avevo digerita / superata del tutto. Continuavo a pensare al messaggio di una mia amica ed al significato da dare a quelle parole.  Dopo una breve corse le prime idee cominciano a prendere posto ordinato nella mia mente, ma nulla di definitivo.

Scorre il tempo ed alla fine - in un tranquillo venerdì sera come tanti - ho preso il portatile e mi sono iscritto senza esistazioni.

Erano le 21.10  del 19/12/2014 quando ho ricevuto sul cellulare la mail di conferma iscrizione. Al momento l'ho detto subito a "pochi intimi" e poi col passare del tempo ho ampliato le persone a cui dirlo.

Ora lo racconto anche qua sul blog, visto che ho già condisivo parecchie avventure partendo dall'iscrizione!

Non mi preoccupa la preparazione perchè sarò seguito dal grande Enrico Vedilei UWT e per me è un vero onore averlo al mio fianco per questa avventura. Come ho scritto su Facebook ad inizio anno:
... oggi é un giorno sportivamente importante per me ... comincio una nuova esperienza per un grande obiettivo ... ops 3 obiettivi ... e so di essere in ottime mani ... Grazie!

Ed ora non resta solamente la parte più bella e divertente: correre e prepararmi al meglio perchè quel giorno e quella notte voglio solo tanto divertimento e viverla come una grossa festa!

Cosa mi preoccupa? Forse per molti è una banalità, ma per me non lo è ... la scelta di una scarpa adatta. Sono abituato a correre con scarpe abbastanza secche o minumali ed in questo caso non mi pare la circostanza adatta. Ho già ricevuto diversi consigli in merito, tutti da verificare , trovare e PROVARE prima di prendere una decisione seria a tema!

La soddisfazione è che - già in partenza della preparazione- ho delle gambe che in corsa stanno molto bene e rispondono come si deve. 

Buon week end a tutti :)

mercoledì 31 dicembre 2014

Il 2014 in sintesi

0 commenti
... l'anno che oggi si chiude è stato veramente strano e non parlo solamente dal punto di vista sportivo
... però è proprio di questo ultimo aspetto che voglio scrivere la sintesi e quindi procediamo
... sportivamente non è andata come doveva o volevo però ormai quello che è stato fatto non si può cambiare
... speriamo solamente che il tutto sia un'ottima base per il 2015 visto quello che ho in programma

... un anno strano ed in sintesi lo posso riassumere così:
  • I primi 5 mesi concentrati sulla preparazione dell'IM di Lanzarote
  • Giugno fermo per una caduta e la caviglia sotto tecar
  • Da luglio ad ottobre ho provato l'esperienza ultra trail che mi ha regalato momenti unici ed indimenticabili. Grazie ;)
  • Da ottobre in poi ha prevalso il mio vecchio amore e sono tornato su strada dedicandomi alla Maratona
... ed ora vediamo un attimo qualche numero

Swim:
  • Totale: 47 
  • Attività Distanza: 102.69 km 
  • Ora: 36:23:53 h:m:s
Bike:
  • Totale: 43 
  • Attività Distanza: 2,551.58 km 
  • Ora: 106:58:31 h:m:s 
  • Aumento di quota: 27,952 m
Run:
  • Totale: 181 
  • Attività Distanza: 2,346.10 km 
  • Ora: 301:45:43 h:m:s
  • Aumento di quota: 57,812 m
Nella "Categoria Run" sono presenti quasi 700km di Trail Running con annesso dislivello indicato che lascia anche me senza parole visto scritto a video!

Una cosa è certa ... questo 2014 non me lo ricorderò per la questione sportiva ma per altri aspetti / valori e su questo sono più che certo! 

E per chiudere l'anno vi condivido il video della gara che mi ha toccato dentro più in assoluto segnandomi profondamente


... buon anno a tutti :)

domenica 14 dicembre 2014

Maratona di Reggio Emilia 2014

0 commenti
Ecco il primo pensiero - a caldo - poco dopo il traguardo
Quello che provo per la Maratona é troppo forte per smettere di combattere e ritirarmi ed é per questo che oggi l'ho finita. Saprei cosa dire, ma non lo voglio dire. Posso solo lasciare il tempo a parecchie notti di sonno e di riflessioni prima di poterla accettare e rielaborare. Ho da pensare parecchio a tema e questa é una necessità!
Vorrei aggiunger un pensiero a quanto appena scritto e pubblicato sui social network questo pomeriggio:
Non voglio entrare nel dettaglio dei 42195 metri di corsa. Quello che mi resta di questa Maratona è successo poco dopo il traguardo. Il ragazzo al banco medaglie prova a mettermi la medaglia al collo. Io gli dico di no e mi si avvicina una ragazza. Le dico no e vado dall'amica Cinzia. Sarà lei a mettermi la medaglia al collo con un abbraccio. Grazie Cinzia, non aggiungo altro a quello che ti ho già detto ;)
e qua il percorso di gara


Buona domenica sera a tutti ... c'è NCIS!