sabato 12 aprile 2008

[Linux] Ma LVM è così fondamentale da avere?

Come avevo accennato nei giorni precedenti al primo attimo di vita libero avrei tentato di installare Ubuntu 8.04 Hardy Heron ([Linux] Idee malsane già in atto) e così ieri sera ho cominciato l'operazione segreta sul mio portatile. Come ho già detto, il mio portatile ha serii problemi di vita nell'ultimo periodo, quindi non c'è da stupirsi di quanto segue.

Dopo aver scaricato la versione alternate di Ubuntu 8.04 Hardy Heron dal sito ufficiale tramite bittorrent l'altro pomeriggio ieri sono andato per metterla su cd e cosa scopro? In casa non ho cd e quindi il mio piano diabolico è in parte saltato.

Per non saper leggere e scrivere ho deciso una cosa molto semplice. Prendo il dvd "Ubuntu 7.10 (Gutsy Gibbon)" che ho trovato tempo fà in una rivista e lo installo. Durante l'installazione scopro con mio grande stupore che al suo interno è contenuto il supporto LVM [ Logical Volume Manager (Linux) ] e quindi sono tutto felice che avevo già la versione corretta senza saperlo!

In fase di partizionamento ho attivato il volume LVM e l'ho configurato come solito. Avvio l'installazione e ad un certo punto il portatile si spegne. Non posso essermi dimenticato di attaccarlo in carica, non sarebbe da persone sveglie e sarebbe ancora meno bello da raccontare. Mi scappa l'occhio e la spia della batteria in carica era accesa. Non chiediamoci il perchè e riproviamo. La seconda installazione uguale. Per la regola non c'è un due senza un tre ho provato anche la terza volta. Anche questo tentativo è andato a farsi benedire.

A questo punto mi sono posto una semplice questione: Ma LVM è così fondamentale da avere oppure posso vivere tranquillamente anche senza di esso?

La risposta è molto personale, lo ammetto e sò benissimo che non esiste una regola generica e sò che anche qua è possibile aprire una serie di battaglie religiose con condanne di morte e non ma preferisco evitare. Sono dell'idea che ogni persona è libera di vivere il proprio sistema come meglio crede e riesce. L'importante che sia Linux ... o mi sbaglio? ;)

La mia risposta? Secondo me posso anche evitare di usarlo. Uso Linux da anni e sono anni che uso lo stesso spazio di parizionamento per le solite partizioni (swap, boot, root ed home) e non ho mai avuto problemi di esaurimento dello spazio. Quindi perchè tentare di metterlo a tutti i costi?Le mie attività col portatile sono sempre le solite e quindi dubito seriamente di avere stravolgimenti di vita per riempire tutti gli spazi su disco. Inoltre, esistono gli hard disk esterni per poter alleggerire lo spazio occupato su disco. Stavo per dimenticare una cosa anche lei fondamentale. Nei molti anni di Linux sapevo dell'esistenza di LVM ma sino a sei mesi fà non l'ho mai considerato da usare sul mio portatile e sono vissuto molto bene lo stesso. Non vedo perchè non possa continuare a fare lo stesso!

La situazione finale è molto semplice. Ho installato Ubuntu 7.10 (Gutsy Gibbon) senza il supporto LVM e l'installazione è andata perfetta e beata. Ora indovinate da dove vi stò scrivendo? Eh si, proprio da Ubuntu 7.10 Gutsy Gibbon. Visto che bravo?

Adesso, mentre finisce di aggiornare i quasi 300 pacchetti che hanno la nuova versione sui repository, penso se restare con la versione Gutsy Gibbon oppure passare direttamente ad Hardy Heron.

Buon sabato a tutti :)

*** Soundtrak: Queen Rock Montreal - CD 2 ***