venerdì 3 dicembre 2010

[Running] Cambiamento di rotta?

In questi ultimi giorni sono in fase di rivalutazione della mia preparazione per la "Treviso Marathon" ed un eventuale tentativo di andare a prendere "The Wall" dopo l'esperienza dublinese.

Mi sono "blindato" per quasi cinque mesi nel cercare di rendere vivo il sogno in terra irlandese e per un problema oggettivo alla gamba tutto è saltato.

I momenti di felicità non sono mancati una volta ripreso a correre e questo mi porta a capire che l'allenamento fatto è veramente servito a qualcosa.

Ieri sera guardavo la tabella per Treviso e stavo valutando di cambiarla riducendo il numero di corse a settimana per privilegiare il cross training.

Al momento la mia settimana si svolge nel seguente modo:
  • 5 corse
  • 3 nuotate
Le soluzioni che mi vengono in mente sono:
  • 3 Swim / 1 Bike /3 Run
  • 4 Swim / 4 Run
In questo modo riesco a mantenermi attivo su diversi fronti. Al massimo dopo l'allenamento in bici da corsa potrei inserire una breve corsetta per rinforzare il tutto.

Se poi a Treviso non sarò pronto per tentare l'avvicinamento a "The Wall" lo scoprirò a Verona facendo la "Verona Marathon" come ultimo lungo. Una volta capito il mio stato forma andrò a rifinire il passo da gara tramite una serie di mezze maratone.

Non nego che pensando al 2011 sportivo qualche "paura" mi viene, ma credo che sia normale anche perchè non so cosa mi aspetta. Ho solo una certezza e sarà quella a muovermi dentro per i prossimi 12 mesi.

E' anche per questo che sto scrivendo meno sul blog, sono in una fase riflessiva e devo capire un po di cose. Ora mi voglio concentrare sulla "Maratona di Reggio Emilia" e poi penserò a come avvicinarmi a Treviso.

4 commenti:

  1. un passo alla volta... giusto pensare prima a Reggio e poi in base alle sensazioni avute saprai scegliere meglio. Speriamo anche di incontrarci a Reggio!

    RispondiElimina
  2. @KayakRunner -> speriamo di incontrarci veramente, mi farebbe piacere! Credo che al massimo ci possiamo vedere prima perchè poi te parti e chi ti vede più! Per il resto, come ho provato a dire, andiamo con un passo alla volta e viviamo sull'esperienza che ogni volta portiamo a casa!

    RispondiElimina
  3. Tanta carne al fuoco ...ci vuole testa per non bruciarla tutta.

    RispondiElimina
  4. @Giancarlo -> hai ragione ... ma credo di essere cresciuto da quando ho cominciato a correre ... e non sono più quello di prima ... credo di sapermi gestire e capire "work in progress" se qualcosa non funziona e rientrare nei binari :)

    RispondiElimina